Ricomincia la scuola. Quali sono le preoccupazioni dei genitori e dei ragazzi.

quando un genitore è preoccupato

Lunedi 17 settembre  sull’Isola d’Elba il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti parteciperanno alla cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico “Tutti a Scuola”.

Si aprirà così ufficialmente un nuovo anno scolastico.

Per il 2018/2019 le studentesse e gli studenti delle scuole statali saranno 7.682.635 di cui 2.635.582 i ragazzi che frequenteranno licei, istituti tecnici e professionali – dati forniti dal MIUR –

Alcuni studenti sono già tornati sui banchi di scuola, per gli altri è questione di giorni. Genitori e ragazzi sono pronti a ricominciare.

La scuola coinvolge spesso gli alunni tanto quanto i loro genitori.

Ricominciare è sempre un mix di entusiasmo e preoccupazioni.

 TUTTI I LIBRI PER RAGAZZI MONDADORI A – 25%

Le preoccupazioni dei genitori

La scuola occupa i pensieri di tanti genitori. Questo perchè ognuno di loro vuole il meglio per il proprio figlio. Ricominciare comporta anche delle preoccupazioni che però, se ti sfuggono di mano, potrebbero “contagiare” tuo figlio. Vediamo qui sotto le preoccupazioni dei genitori, che spesso sono anche quelle dei ragazzi, e dei suggerimenti pratici per superarle.

Flight: discount 15 € (minimum basket value 400 €)

PRIMA. Rivivere il passato.

La prima preoccupazione è quella di rivivere alcune esperienze scolastiche difficile del passato.

Alcuni ragazzi hanno sperimentato la bocciatura o i debiti, altri dei rapporti complicati con gli insegnanti o i compagni, altri ancora delle difficoltà personali.

Queste esperienze preoccupano molto i genitori che avvertono il rischio di ripetere un copione già scritto. E se anche tuo figlio può mascherarlo bene, sarà quasi sicuramente nervoso per lo stesso motivo.

A questo punto è importante che fai tue queste parole:

cerca figli con problemi a scuola

Cominciare un nuovo anno scolastico con la PAURA che tuo figlio rivivrà delle esperienze difficili del suo passato fa AUMENTARE la possibilità che questo succeda.

Per evitare che la paura prenda il sopravvento rispondi sinceramente a queste domande:

  • Con quale stato d’animo voglio vivere questo anno scolastico?
  • Con quale stato d’animo voglio che mio figlio, mia figlia, viva questo anno scolastico?
  • Quali azioni posso fare da subito per mettere me e mio figlio/a nelle condizioni di vivere in quello stato d’animo questo anno scolastico?

Concentrarti su uno stato d’animo che ti fa stare bene ti aiuta a creare le condizioni per lasciarti il passato alle spalle e progettare un futuro ricco di soddisfazioni per te e per tuo figlio.

Kindle per ragazzi e genitori

SECONDA. Cambiamenti e novità.

Alcune esperienze del passato possono creare agitazione nei genitori e nei ragazzi, ma questo succede anche per le novità.

Dei nuovi insegnanti, nuovi compagni, una nuova classe o addirittura una nuova scuola possono creare agitazione in uno studente e diventare un pensiero anche per i suoi genitori.

Anche in questo caso è fondamentale ribaltare il pensiero con queste tre azioni:

  • ELIMINA I PRECONCETTI e tutte le idee che hai in testa PRIMA DI AVERNE FATTO ESPERIENZA
  • vivi le novità come delle POSSIBILITÀ per sperimentare dei lati di te nuovi. Ti faccio degli esempi. Hai mai pensato di essere più coinvolto nella realtà scolastica di tuo figlio, magari diventando rappresentante di classe? Hai mai pensato di organizzare una serata a casa tua per tuo figlio e i suoi compagni o per te e i loro genitori?
  • RACCONTA a tuo figlio una situazione nuova o un cambiamento che hai vissuto tu per incoraggiarlo e fargli capire come può viverlo al meglio

RINNOVA LA TUA CASA IN POCHI PASSI

TERZA. La mancanza di voglia di studiare.

La mancanza di voglia di studiare è una preoccupazione quasi quotidiana per i genitori, già dal primo giorno di scuola. Spesso si vede il proprio figlio o figlia ciondolare per casa senza fare nulla, passare le ore con il cellulare in mano, stare in camera al computer. Insomma mille e altri modi per non studiare o fare i compiti.

Ne ho parlato anche ai ragazzi nel video di questa settimana che trovi qui: Ricomincia la skuola. Non c’ho voglia.

Sotto al video trovi altre dritte per tuo figlio/a per maturare questa filosofia fondamentale a scuola:

mio figlio non ha voglia di studiare

Non è semplice e immediato seguire questa filosofia ma è l’unica che funziona.

Anche noi adulti sappiamo bene che ci sono delle situazioni nel lavoro, le faccende di casa, le file in posta che non abbiamo voglia di fare ma l’esigenza diventa più importante della mancanza di voglia.

La domanda che mi faccio è:

‘Si può creare nei ragazzi l’ESIGENZA di studiare?’

Di recente ho letto un libro davvero illuminante a riguardo che si chiama A scuola di futuro di Goleman e Senge.

Mi ha colpito il modo nuovo che hanno di raccontare ai ragazzi che cos’è la scuola. Tornerei sui banchi anche io per com’è accattivante!

In particolare mi ha colpito questa frase:

Gli alunni imparano veramente quello che li entusiasma

D. Goleman

Il buon apprendimento passa dal coinvolgimento dei ragazzi nelle cose che per loro sono davvero importanti.

 

Ti ho raccontato la storia di Monica, prof. di una Scuola Media in questo articolo: Insegnare oggi. Come educare i ragazzi inventandosi ogni giorno.

L’ideale sarebbe una scuola che rende gli argomenti il più entusiasmanti possibili al fine di interessare gli studenti e ottenere un apprendimento reale e non solo passeggero.

Questo compito è anche nelle mani dei genitori.

Un argomento apparentemente noioso in classe può essere reso interessante al di fuori. Questo richiede una buona dose di impegno e fantasia da parte di un genitore.

Resta un dato di fatto che gli studenti ricordano molto meglio le cose che li appassionano.


In questi giorni le aule tornano a riempirsi.

Ci saranno di nuovo banchi scarabocchiati, diari da riempire, compagni di banco complici.

Ci saranno anche tante aspettative da parte dei genitori.

Non lasciare che i timori e le paure ti impediscano di goderti il momento più bello, tuo figlio che si fa strada verso la sua indipendenza e la sua crescita nel mondo.

Per restare aggiornato sui nuovi contenuti ti basta compilare il modulo qui sotto:

Per avere informazioni su un incontro individuale per tuo figlio clicca qui: INCONTRO INDIVIDUALE

Ti aspetto anche sulla mia pagina facebook: Claudia Busto

SCELTI PER TE

SCELTI PER TUO FIGLIO 

foto dal web
SE TI E' STATO UTILE METTI LIKE E CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione.