La rinascita delle farfalle: spiccare il volo oltre il dolore

Un paio di mesi fa, mentre facevo un giro su Instagram tra le novità dei ragazzi, mi imbatto in questo hashtag: #maxibonchallenge.

Pensando fosse un concorso legato al gelato Maxi Bon vado a vedere di che si tratta.

Con grande sorpresa trovo tutt’altro.

Inciampo nella Ragazza Maxi Bon (Emma) e nel suo Progetto ‘La rinascita delle farfalle’, che porta avanti insieme a Nicole e Maruska.

L’hashtag rimanda a tantissime foto di diari alimentari.

Cos’è un diario alimentare?

Andiamo con ordine.

Le farfalle che fanno parte di questa rinascita sono ragazze ( includo anche i ragazzi. Mai dimenticarsi che questi disturbi colpiscono anche gli uomini) che stanno affrontando o hanno affrontato un disturbo del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, binge eating).

I diari alimentari sono parte del processo terapeutico, aiutano a superare la “paura” del cibo e insegnano a riappropriarsi di nuovo del piacere di mangiare.

diario alimentare

Instagram come strumento di rinascita

Ho scelto di raccontarvi della Rinascita delle Farfalle non strettamente per affrontare l’argomento ‘disturbi alimentari’. Lascio il compito agli esperti del settore.

Quello di cui voglio parlarvi io è di come Instagram e i social network possano farsi strada anche in un modo positivo e utile.

Queste ragazze ogni giorno condividono la loro quotidianità (rispetto al disturbo alimentare e non solo) e si danno forza e grinta a vicenda.

Dico io, esiste qualcosa di più bello?

E soprattutto…

Quanto è forte il potere della condivisione?

Vi dico (fonte certa: me stessa) che quando affronti un disturbo del comportamento alimentare l’ultima cosa che vuoi è mostrare al mondo cosa mangi. Dietro ci sono sentimenti di paura e vergogna, dietro ci sei tu che ancora non hai fatto pace col cibo.

Perchè la ragazza maxibon?

Il nome del profilo Instagram di Emma nasce dal nome del gelato che ha segnato il suo percorso, la sua rinascita. La prima coccola che si è concessa, il gelato che le ha dimostrato che ‘uno ogni tanto non fa ingrassare’.

Emma ha cominciato a condividere le foto di quello che mangiava su Instagram e con l’hashtag #maxibonchallenge ha creato un vero e proprio movimento, spingendo altre ragazze a sfidare le loro paure concedendosi la libertà di mangiare ciò che vogliono.

Emma ha creato una vera e propria challenge, cioè delle ‘sfide’ usate come pretesto per sperimentare cibi nuovi, quelli che ancora fanno paura, sapendo che dall’altra parte chi stai ‘sfidando’ vive un’esperienza simile e ti può supportare.

Non stiamo parlando di maghi del web, parliamo di ragazze giovanissime che hanno capito come usare nel modo migliore i social.

claudia busto adolescenti

La lezione da imparare

Credo che il potere dell’aggregazione tra ragazzi e ragazze supererà sempre l’influenza che gli adulti possono avere su di loro.

Mi piacerebbe raccontarvi che siamo noi adulti a creare il cambiamento ma è la forza e l’energia che si genera quando i ragazzi stanno tra di loro che crea la magia.

Cosa possiamo fare noi adulti?

Sostenerli, ascoltarli senza aggiungere il giudizio, cercare di capire il loro mondo invece di chiedere a loro di adeguarsi al nostro.

Emma e le sue socie stanno dimostrando che i ragazzi hanno voci, sogni e ambizioni che vale la pena ascoltare, senza necessariamente sempre dover ‘capire’.

Vi invito a guardare e seguire il progetto della Rinascita delle Farfalle.

Da parte mia posso solo ringraziarle per avermi insegnato un’altra bellissima lezione sui giovani.

claudia busto articolo

Per restare aggiornata sui nuovi contenuti ti basta compilare il modulo qui sotto:

Per avere informazioni su un incontro individuale per tuo figlio clicca qui: INCONTRO INDIVIDUALE

Ti aspetto anche sulla mia pagina facebook: Claudia Busto

e su Instagram: @claudia_busto

Siamo anche sul gruppo facebook: Genitori di adolescenti di Roma siamo qui.

A presto!


foto dal web 
immagini scritte di claudia busto

SE TI E' STATO UTILE METTI LIKE E CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione.