Coronavirus: ecco perchè i giovani hanno continuato la movida

coronavirus e giovani

Quando il governo e i media hanno cominciato a divulgare messaggi di prevenzione rispetto al Coronavirus lo hanno fatto rivolgendosi principalmente alle fasce più sensibili della popolazione: gli anziani e i bambini.

Sicuramente una scelta di senso, anche se credo che in situazioni di emergenza sanitaria siamo TUTTI una fascia sensibile della popolazione.

Si sono preoccupati di far comprendere alle persone anziane che era necessario modificare le loro abitudini. Si sa che è complesso per una persona in la con gli anni cambiare il proprio stile di vita anche se…

Ricordiamoci che gli anziani hanno un passato che spesso li ha messi davanti a grandi sfide, come ad esempio la guerra. L’esperienza li ha resi vigili rispetto alle emergenze. Perciò se chiediamo a una persona anziana di mettere davanti l’emergenza all’abitudine lo farà quasi sicuramente.

bambini e coronavirus

Si sono preoccupati di spiegare ai bambini con giochi, favole, cartoni animati cos’è questo strano ospite poco gradito e soprattutto perchè saranno a casa da scuola per un lungo periodo.

I bambini hanno una capacità di adattamento a situazioni nuove davvero eccellente. E’ questo che li rende i piccoli eroi di questa vicenda.

Ora mi chiedo, vi chiedo…

Qualcuno ha pensato all’impatto che queste REGOLE avrebbero avuto sugli adolescenti e sui giovani?

Davamo per scontato che avrebbero accettato una disposizione solo perchè ‘veniva dall’alto’?

Chi lo ha fatto ha sicuramente trascurato alcuni dettagli importanti:

  • ai giovani le regole non piacciono, soprattutto se vengono imposte da noi adulti o dal sistema
  • dare comunicazioni iniziali ambigue come il dato “La mortalità è più frequente nelle persone anziane o con patologie pregresse” rende implicita l’altra conclusione “Quindi i giovani sani possono stare tranquilli”
  • additare i giovani che hanno continuato a fare la movida, rimproverandoli non li ha aiutati a desistere
coronavirus giovani

I ragazzi, in un’età in cui la socialità è fondamentale, si sono trovati a dover salutare amici, compagni, fidanzati e libere uscite.

Non credete che il loro mondo sia stato sconvolto tanto quanto quello degli anziani e dei bambini?

Mi spiace tanto che nessuno colga l’importanza di comunicare nel modo adeguato certi messaggi ai giovani.

Mi spiace ancora di più quando i media li additano come quelli che ‘fanno come gli pare’. Nessuno si è posto il problema del ‘PERCHE’.

Io do il mio contributo creando giornalmente dei contenuti dedicati esclusivamente a loro sulla pagina instagram @il_falo_di_ferragosto.

Credo che meritino uno spazio speciale, credo che ci si debba prendere cura anche di loro, comunicando ADEGUATAMENTE i messaggi che vogliamo che accolgano, non subendo la regola ma scegliendo di rispettarla.




Per restare aggiornata sui nuovi contenuti ti basta compilare il modulo qui sotto:

Siamo anche sul gruppo facebook dove vengono pubblicati contenuti gratuiti esclusivi riservati solo al gruppo: Genitori di adolescenti di Roma siamo qui.

Per avere informazioni sul primo incontro conoscitivo gratuito per tuo figlio clicca qui: INCONTRO INDIVIDUALE

Ti aspetto anche sulla mia pagina facebook: Claudia Busto

e su Instagram: @claudia_busto

A presto!


foto dal web 
immagini scritte di claudia busto
SE TI E' STATO UTILE METTI LIKE E CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione.