Coaching per adolescenti

Coaching con adolescenti: come si svolge una sessione con un life coach

coaching con adolescenti roma

Il coaching con adolescenti è un percorso che ha come finalità il raggiungimento di un obiettivo, che include spesso un cambiamento.

Per cambiare e per raggiungere un traguardo desiderato per prima cosa un adolescente ha bisogno di esternare quelli che sono i suoi desideri e anche i dubbi e le incertezze.

E’ raro che un ragazzo/a arrivi a una sessione di coaching con le idee già chiarissime. Per questo motivo una parte delle sessioni è sempre dedicata alle domande.

1. Le domande

Le domande, più che andare ad indagare la vita personale, hanno lo scopo di accendere delle luci nella testa del ragazzo/a. Attraverso le parole giuste e uno sguardo attento si può fare chiarezza e capire quale sia il punto centrale del lavoro che si farà insieme.

Dietro ad ogni domanda del life coach c’è un lavoro linguistico importante: nulla è lasciato al caso. Chi fa coaching con adolescenti conosce il potere delle parole e quanto queste incidano in un’età particolare come l’adolescenza.

Un coach sa trovare le parole giuste e sa quando invece è meglio stare in silenzio. Le pause, i silenzi sono i momenti in cui il ragazzo/a sta elaborando e maturando dentro di sé nuove consapevolezze. E’ giusto che un life coach rispetti questi attimi preziosi perchè sono fondamentali per la crescita di un ragazzo/a.

2. Le tecniche

Durante una sessione di coaching con adolescenti si va alla ricerca di strumenti, alcuni noti e altri da scoprire. Il cambiamento ha bisogno di essere supportato da strumenti validi. Qui entrano in gioco alcune tecniche.

Il life coach per adolescenti usa le tecniche per potenziare il cambiamento e rendere possibile il raggiungimento del risultato. Come per le domande anche le tecniche hanno un preciso lavoro linguistico dietro. A volte possono smuovere delle corde emotive, per questo bisogna rispettare i tempi di ogni ragazzo/a.

Quando si lavora su sé stessi verso un cambiamento le emozioni giocano un ruolo importante. Il coaching per adolescenti è fatto anche per questo: aiutare i ragazzi a sentire le proprie emozioni, riconoscerle e gestirle quando serve.

3. Il confronto

Per rendere efficace una sessione è necessario un costante confronto tra il ragazzo/a e il life coach. E’ importante capire se la tecnica è stata capita, assimilata e soprattutto se funziona. Ogni adolescente è diverso: quello che funziona per qualcuno può essere meno efficace per un altro.

Sentirsi liberi di aprirsi e parlare è il modo migliore per tracciare la strada giusta verso i risultati. Molto fa la capacità del coach di sintonizzarsi sul ragazzo/a, mettendolo a suo agio da subito. I ragazzi all’inizio hanno bisogno di fidarsi e capire che hanno davanti un adulto che è dalla loro parte.

Quello che ti ho raccontato è il quadro generale di una sessione di coaching per adolescenti.

Ogni sessione cambia a seconda dell’individualità del ragazzo/a.

Resta il fatto che le domande, le tecniche e il confronto sono strumenti essenziali per una sessione efficace con un adolescente.

Il coaching per adolescenti è un modo nuovo di avvicinarsi alle loro difficoltà e desideri, rispettando sempre e comunque la loro unicità.


Per restare aggiornato sui nuovi contenuti ti basta compilare il modulo qui sotto:

Loading

Ti ricordo che sono ricominciate le consulenze in presenza. Trovi le informazioni qui: INCONTRO INDIVIDUALE: come aiuto i ragazzi

Ti aspetto anche sulla mia pagina facebook: Claudia Busto


foto dal web 

Claudia Busto

Sono Claudia Busto, coach per adolescenti. Sostengo i genitori nella crescita dei loro figli dando ai ragazzi degli strumenti concreti per superare gli ostacoli e raggiungere grandi traguardi.

Recommended Articles