Attenzione a chi sfrutta la dipendenza da cellulare degli adolescenti

dipendenza da cellulare adolescenti

Da quando il cellulare è entrato a far parte della nostra quotidianità si è rivoluzionato anche il mondo degli adolescenti.

I ragazzi comunicano molto più tra di loro tramite i telefoni piuttosto che di persona.

Stiamo pian piano assistendo a una nuova modalità di espressione che possiamo chiamare ‘social-affettiva’.

Te ne avevo parlato anche qui: ‘Dipendenza da cellulare negli adolescenti: come allontanarli dal telefono senza imposizioni.


Gli adolescenti hanno ancora voglia di raccontarsi e mettersi in discussione e lo schermo può essere un buon mediatore.

L’adolescenza è un periodo di insicurezze per i ragazzi e il cellulare può essere un filtro per attenuare i disagi che queste insicurezze generano.

Chiacchierando con i genitori li sento spesso lamentarsi di un attaccamento quasi morboso al cellulare da parte dei figli.

genitori e adolescenti cellulare

Il telefono è infatti la prima e l’ultima cosa a cui pensano nella loro giornata. Spesso non se ne separano neppure a tavola o in bagno.

Ammettere che il cellulare ci adegua alla società di oggi

Sento molti miei colleghi e professionisti del settore educativo e psicologico sottolineare il fatto che i genitori si lamentano di qualcosa che è stato messo nelle mani dei figli proprio da loro.

Io voglio spezzare una lancia in favore dei genitori.

Quando un papà o una mamma mette in mano a un figlio un cellulare lo sta adeguando alla società di oggi.

Facciamo tutti fatica a ammetterlo ma è cosi!

Basta con la retorica e le frasi fatte.

Basta col “Glielo hai regalato tu quindi è colpa tua”.

Quando facevo io le elementari e le medie non c’erano i cellulari ma c’erano comunque altre cose che i miei genitori mi compravano per adeguarmi a una società che stava cambiando.

Ad esempio dalle tesine scritte con la macchina da scrivere a quelle stampate con il mitico Commodore 64.

La generazione che pilota la dipendenza da cellulare degli adolescenti

C’è un’altra cosa su cui rifletto da tempo.

E’ la mia generazione in realtà che sta “pilotando” il modo in cui i ragazzi usano la tecnologia.

Sono arrivata a questa consapevolezza da quando io per prima ho deciso di usare Instagram per entrare nel mondo degli adolescenti.

(ti ricordo che la mia pagina instagram dedicata ai ragazzi è sempre disponibile per essere visionata anche dai genitori e la trovi qui: @il_falo_di_ferragosto )

Questo passo mi ha aperto un mondo non solo sull’adolescenza.

Ho capito che la mia generazione, cioè i 30enni e i 40enni, ha capito come sfruttare questo uso eccessivo del cellulare degli adolescenti per un proprio profitto.

psicologia adolescenza roma

Non è una prospettiva educativa allettante soprattutto per chi come me lavora coi ragazzi ma è importante che sia io come professionista sia tu come genitore ne siamo consapevoli.

La dipendenza da cellulare degli adolescenti crea ogni giorni nuove app, nuovi giochi, nuovi social, nuove funzioni per Instagram, Facebook e Youtube. Ti dirò di più, crea prodotti commerciali rivolti agli adolescenti (cibo, vestiti, tecnologia, accessori ecc…) proprio sfruttando i social.

Tu puoi essere un ottimo esempio per tuo figlio di come si usa in modo appropriato il telefono.

C’è anche da dire che se nel tempo in cui lo usa viene bombardato da messaggi sbagliati, tattiche pubblicitarie e di marketing estremamente persuasive, i ragazzi vengono comunque ‘trascinati dalla parte sbagliata’.

Come far capire meglio a tuo figlio il mondo dietro lo schermo

Come ti ho detto anche qui:
‘Dipendenza da cellulare negli adolescenti: come allontanarli dal telefono senza imposizioni.‘ impedire a tuo figlio di usare uno strumento che lo adegua alla società in cui vive non è la soluzione.

Quello che ti dico spesso è di informarti e poi rendere consapevole tuo figlio di quello che c’è ‘oltre la rete, oltre lo schermo’.

Da adulta che sente profondamente il ruolo educativo che ha nei confronti dei ragazzi lo faccio anche io quotidianamente.

E’ un rischio, certo. Sicuramente non sono popolare come i miei “amici” del Collegio (ti ricordi che te ho parlato: Ricomicia il collegio: la tv che crede di educare i ragazzi).

Ma se la popolarità implica fare il proprio interesse anzichè quello degli adolescenti allora sono felicissima di essere impopolare.

Ci tengo a dirti anche che molti ragazzi colgono il senso di quello che ti ho raccontato (per questo ti dico di parlarne con tuo figlio) e mi stupisco ogni giorno di quanto siano straordinari 🙂

Insomma…nella mia battaglia ho dei buoni alleati 🙂


Per restare aggiornata sui nuovi contenuti ti basta compilare il modulo qui sotto:

Per avere informazioni su un incontro individuale per tuo figlio clicca qui: INCONTRO INDIVIDUALE

Ti aspetto anche sulla mia pagina facebook: Claudia Busto

e su Instagram: @claudia_busto

Siamo anche sul gruppo facebook: Genitori di adolescenti di Roma siamo qui.

A presto!

foto dal web
Questo sito usa Site Ground, puoi trovarlo qui: SiteGroung

SE TI E' STATO UTILE METTI LIKE E CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione.